Nuovo Messaggio di Papa Francesco: “Come Gesù Cristo, costretti a fuggire”

Nuovo Messaggio di Papa Francesco: “Come Gesù Cristo, costretti a fuggire”

Con il tema “Come Gesù Cristo, costretti a fuggire” scelto da Papa Francesco, ci incamminiamo verso la 106a Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato (GMMR), che sarà celebrata domenica 27 settembre 2020, partendo dall’esperienza di Gesù Cristo sfollato e profugo con i suoi genitori.

La Sezione Migranti e Rifugiati vuole proporre un percorso di preparazione che inizia con il Messaggio del Santo Padre, il quale pone l’attenzione sulla realtà degli sfollati interni. “In ciascuno di loro è presente Gesù, costretto, come ai tempi di Erode, a fuggire per salvarsi. Nei loro volti siamo chiamati a riconoscere il volto del Cristo”. E questo è maggiormente vero in questo periodo di crisi mondiale causata dalla pandemia COVID-19. Il Messaggio si sviluppa in sei coppie di verbi: conoscere per comprendere, farsi prossimi per servire, ascoltare per riconciliarsi, condividere per crescere, coinvolgere per promuovere, collaborare per costruire.

La stessa preoccupazione per gli sfollati interni è espressa negli Orientamenti Pastorali sugli Sfollati Interni, approvati da Papa Francesco a pubblicati dalla Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. Gli Orientamenti forniscono linee guida pratiche per la cura pastorale che le Chiese locali sono chiamate ad avere nei confronti degli sfollati interni, facendo anche riferimento a buone pratiche.

Scopri di più

Leggi il Messaggio del Santo Padre per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato